20 Aprile, 2018

Cerca nel sito

CONCORSO SULLE VIE DELLA PARITA’ NELLE MARCHE: L’OLIVETTI VINCE IL PRIMO PREMIO

Un concorso dedicato a tutte le donne   delle Marche nella giornata dell’8 marzo, con un focus speciale ai temi del lavoro e uguaglianza, dignità e rispetto.

L'iniziativa, promossa dall’Osservatorio di Genere,  ha ricevuto  il patrocinio della Commissione per le Pari Opportunità tra uomo e donna della Regione Marche (CPO) e del Consiglio delle Donne del Comune di Macerata, in collaborazione con il Sistema Museale dell'Università di Camerino, il blog di divulgazione astronomica delle Nane Brune, CGIL Marche, CISL Marche e UIL Marche con il contributo del Soroptimist Club Fermo.

La premiazione si  è tenuta giovedì 8 marzo ad Ancona presso il Palazzo delle Marche, Sala “Pino Ricci”, alla presenza del  Presidente dell'Assemblea Legislativa della Regione Marche Antonio Mastovincenzo, affiancato presidente della Commissione Pari Opportunità  della Regione Marche, Meri Marziali, e di Ninfa Contigiani, Presidente del Consiglio delle donne di Macerata, enti patrocinatori del concorso.

Gli studenti della classe 5C dell’istituto Olivetti, coordinati dalle docenti Tiziana Conti e Anna Maria Ucci, si sono aggiudicati  il premio per il Progetto più Originale  grazie ad una creativa interpretazione dell’inno di Mameli in versione Rap, composta ed  interpretata da due studenti, Veriana Bamba e Man Caldari. Inoltre,  con il lavoro “Memorie di donne – Staffette per la Libertà”, la classe ha ottenuto anche il  Primo Premio per avere  ricordato in modo efficace ed incisivo  attraverso un video, la vita ed il coraggio di tre donne  che hanno avuto un ruolo chiave nel corso della Resistenza antifascista nel territorio fanese e pesarese: Leda Antinori, Walkiria Terradura e Rosina Frulla. Tre donne giovanissime , tre donne libere che, tra il 1943 e il 1945,  ebbero il compito di garantire i collegamenti tra le varie brigate  locali.

Il loro incarico  era molto pericoloso ed  il fatto di essere giovanissime permetteva loro di passare inosservate; percorsero chilometri in bicicletta sotto la pioggia e il vento, tra i bombardamenti e i mitragliamenti, con il pericolo, ogni volta, di cadere nelle mani dei nazifascisti. Leda, Walkiria e Rosina  dimostrarono  che la conquista della libertà è una battaglia a cui sono chiamati sia gli uomini che le donne. Possiamo certamente dire che, anche grazie al loro sacrificio,  noi, oggi, viviamo in un Paese libero.

Soddisfazione e compiacimento,  unito ad un pizzico d’orgoglio, per gli studente della classe 5C e per le loro  docenti, per l’alto obiettivo raggiunto in gara con numerose scuole marchigiane che  hanno partecipato al concorso; speciali complimenti sono stati rivolti dal Presidente Mastrovincenzo che ha particolarmente apprezzato il “Mameli Rap” , al  femminile.

Infine la Presidente delle Soroptimist Club di Fermo, Loredana Dionisi, ha  consegnato alle scuole vincitrici il biglietto simbolico che porterà i ragazzi e le ragazze marchigiane alla premiazione romana del 27 aprile 2018.

Complimenti ragazzi!

 

[Rai 3]  - 8 marzo sulle vie della Parità

SP Simple Youtube

Journal